Spasso in Ravenna, vi aspettiamo nella nostra grande squadra

Copertina FB Spasso in Ravenna

Il Comitato “Spasso in Ravenna” rappresenta la concretizzazione di un’idea: quella di promuovere il centro storico della città attraverso una comunità aperta e inclusiva, composta da tutti i commercianti e gli esercenti.

Un progetto di ampio respiro che vuole coinvolgere tutti, senza nessuna eccezione, realizzato dalle associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato e CNA con il contributo del Comune di Ravenna e il sostegno de La Cassa di Ravenna.

Quattro linee d’azione per il futuro, direttrici per gli obiettivi che la nostra, e vostra, squadra dovrà centrare per il bene di tutta Ravenna:

  1. Creare una comunità commerciale
  2. Ampliare le occasioni di vendita
  3. Promuovere il territorio
  4. Valorizzare gli spazi comuni

 

Per questo, stiamo progettando iniziative ed eventi che aumentino il senso di comunità e sappiano creare occasioni di aggregazione e di rilancio economico.

Se siete interessati al progetto e desiderate essere contattati per informazioni, vi preghiamo di compilare questo form con i vostri dati.

L’adesione al Comitato è completamente GRATUITA.

Vi aspettiamo nella squadra di “Spasso in Ravenna”.

 

 

Se siete interessati a ricevere informazioni e/o a contribuire con idee e progetti al Comitato “Spasso in Ravenna”  è possibile inviare i dati sotto elencati alla mail info@spassoinravenna.it: Esercizio commerciale; indirizzo; nome e cognome del/della referente; telefono e mail.

Vi preghiamo di segnalare se siete interessati ad essere inseriti in una chat WhatsApp per comunicazioni veloci inerenti le attività e tutte le iniziative del Comitato.

Per scaricare il modulo cartaceo CLICCA QUI

 

Ricordiamo che l’adesione al Comitato è completamente GRATUITA.

 

 

 

 

 

 

 

.

.

.

 

 

“Un regalo a chi regala”, l’iniziativa di San Valentino di Spasso in Ravenna

Il Comitato di promozione che riunisce le quattro associazioni di categoria lancia un’idea per la festa degli innamorati

Il Comitato “Spasso in Ravenna” ha preso forma ufficialmente nei primi giorni del mese di Dicembre e ora inizia, dopo un assaggio nel periodo natalizio, a entrare in attività con l’intento dichiarato di promuovere e valorizzare il centro storico del capoluogo romagnolo con una serie di iniziative. Il fine è quello di coinvolgere tutti i commercianti mettendo a loro disposizione, e di conseguenza a disposizione dei cittadini, una struttura aperta e collaborativa. Il progetto, realizzato dalle associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato e CNA con il contributo del Comune di Ravenna e il sostegno de La Cassa di Ravenna, ha messo in cantiere una serie di date in occasione delle quali lanciare iniziative che sappiano attrarre clientela e favorire la ripartenza dopo un periodo difficile e delicato come quello dovuto al contenimento e al contrasto del Covid-19.

Il primo di questi appuntamenti è quello di San Valentino ed è rappresentato dall’eloquente slogan “Un regalo a chi regala”. Fino a Domenica 14 Febbraio infatti, nei negozi che aderiranno all’iniziativa, tutti coloro che effettueranno un acquisto in occasione della festa degli innamorati, riceveranno a loro volta un regalo dall’esercente coinvolto, regalo che sarà diverso a seconda del punto vendita.

Le date previste per le prossime iniziative sono invece quelle di Lunedì 8 Marzo con la Festa della Donna, in collaborazione con Linea Rosa Ravenna, e di Venerdì 19 Marzo con la Festa del Papà. Appuntamenti significativi, come significativa in questa particolare congiuntura economica per tutto il Paese è la collaborazione avviata fra le quattro associazioni di categoria che hanno sostenuto la nascita del Comitato “Spasso in Ravenna”. Un ambito dove ognuna di esse è equamente rappresentata. A presiedere l’associazione è infatti Roberto Montanari in quota Confcommercio, mentre Chiara Roncuzzi di Confartigianato ricopre il ruolo di vicepresidente. Confesercenti e CNA sono invece rappresentati rispettivamente da Francesco Tagiuri e Anna Finelli.

“Già da qualche tempo – spiega lo stesso Roberto Montanari – abbiamo individuato quattro linee d’azione sulle quali procedere. Il primo obiettivo è quello di creare una comunità commerciale in grado di promuovere servizi condivisi e iniziative di aggregazione degli esercenti, premiando e sostenendo progetti di valorizzazione del centro. Vogliamo poi ampliare le occasioni di vendita diversificandole fra loro con strategie di prossimità, sistemi di e-commerce, prenotazioni online e circuiti di consegna”. Il terzo punto strategico parte dalla constatazione delle attuali difficoltà di spostamento e dunque dalla riduzione delle presenze turistiche, soprattutto straniere: “In questo momento è fondamentale – prosegue ancora Montanari – puntare sulla clientela del territorio e delle aree limitrofe. Allo stesso tempo dobbiamo favorire la fruizione dell’area urbana”. Infine, una delle chiavi di volta dovrà basarsi sull’indiscussa bellezza del centro di Ravenna: “Le aree storiche della città devono essere parte integrante del sistema commerciale attraverso la valorizzazione dello spazio comune. Dobbiamo sostenere eventi e spazi pubblici – conclude il presidente del Comitato – rendendoli a loro volta veri e propri palcoscenici naturali”.

Ravenna, 9 Febbraio 2021

Comitato “Spasso in Ravenna”

info@spassoinravenna.it

Per scaricare la locandina di “Un regalo a chi regala”  →  CLICCA QUI

-

-

-

-

-

“Spasso in Ravenna”, un nuovo comitato per la promozione del centro

Copertina FB Spasso in Ravenna

“Spasso in Ravenna” è il nuovo progetto di promozione commerciale e valorizzazione del Centro Storico di Ravenna a cura delle associazioni Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato e CNA.

Il progetto, che si sostanzia in quattro linee d’azione distinte, ma coordinate tra loro, ha portato alla costituzione del comitato unitario costituito dai rappresentati delle quattro associazioni di categoria.

Linee d’azione generali

1. CREARE UNA COMUNITÀ COMMERCIALE

Il Centro Commerciale Naturale mette in campo un’identità e una serie di servizi condivisi, nell’obiettivo di creare una comunità che vive e promuove i medesimi spazi:

– creazione di circuiti commerciali fra gli operatori che garantiscano alla clientela scontistiche, utilities o servizi, con particolare attenzione ai “servizi incrociati” fra le attività (per esempio negozio di abbigliamento convenzionati con sartorie o lavanderie del C.S., e viceversa) ed ai servizi da fruire in loco (parcheggi, trasporti, sharing economy);

– Incentivo ai “microprogetti di via”: supporto, anche economico, alle iniziative spontanee di aggregazione degli esercenti nelle vie e nei borghi, con meccanismi premiali di sostegno ai microprogetti di promozione e valorizzazione degli assi commerciali, nonché di arredo urbano.

2. AMPLIARE LE OCCASIONI DI VENDITA

Le contingenze e le restrizioni/disincentivi agli spostamenti ed alle occasioni di aggregazione possono essere parzialmente compensate dall’ampliamento e dalla diversificazione delle occasioni di vendita, per evitare congestioni e favorire una serena fruizione degli spazi:

– Implementazione di strategie di “Smart Shopping” legate alla mobilità sostenibile, fra cui servizi di consegna degli acquisti al domicilio dell’acquirente od a locker decentrato (“Shopping leggero”), incentivi chilometrici al bike to work spendibili nel commercio di prossimità;

Valorizzazione di sistemi di e-commerce, di prenotazione online, ed in generale degli strumenti che permettono strategie di dematerializzazione e di interazione a distanza, anche attraverso circuiti di consegna fra esercenti ed artigiani con funzione di abbattimento dei costi;

– Pianificazione sul medio periodo (Estate 2021) di una rimodulazione/diversificazione degli orari di apertura degli esercizi commerciali ed artigianali, nonché delle aperture straordinarie, attraverso meccanismi di “gentlemen’s agreements”.

3. PROMUOVERE NEL LOCALE

Nel breve-medio periodo, considerando le restrizioni agli spostamenti dai paesi esteri e la profonda riduzione delle presenze turistiche straniere, diventa dirimente puntare sui flussi di clientela proveniente dai territori limitrofi, in chiave extra-provinciale e zonale, e sul potenziamento della fruizione da parte dei cittadini sia dell’area urbana che del forese;

– Piano di comunicazione e promozione rivolto alle provincie ed ai territori limitrofi, in chiave zonale, extra-provinciale e regionale, in connessione con gli eventi organizzati, facendo anche leva, per quanto possibile, sulle campagne di tematizzazione già presentate nel progetto;

– Campagne di sensibilizzazione sul consumo interno dei cittadini, sui vantaggi del Centro Commerciale Naturale all’aperto.

4. VALORIZZARE LO SPAZIO COMUNE

Ripensare lo spazio pubblico del Centro Storico come parte integrante del sistema commerciale:

– Sostegno promozionale agli eventi diffusi, impiegando gli spazi pubblici come “palcoscenici naturali”;

– Creazione di progetti di fruizione degli spazi esterni, sia per quanto riguarda gli esercizi commerciali che i pubblici esercizi.

 

Per informazioni e contatti: info@spassoinravenna.it