“Spasso in Ravenna”, un nuovo comitato per la promozione del centro

Copertina FB Spasso in Ravenna

“Spasso in Ravenna” è il nuovo progetto di promozione commerciale e valorizzazione del Centro Storico di Ravenna a cura delle associazioni Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato e CNA.

Il progetto, che si sostanzia in quattro linee d’azione distinte, ma coordinate tra loro, ha portato alla costituzione del comitato unitario costituito dai rappresentati delle quattro associazioni di categoria.

Linee d’azione generali

1. CREARE UNA COMUNITÀ COMMERCIALE

Il Centro Commerciale Naturale mette in campo un’identità e una serie di servizi condivisi, nell’obiettivo di creare una comunità che vive e promuove i medesimi spazi:

– creazione di circuiti commerciali fra gli operatori che garantiscano alla clientela scontistiche, utilities o servizi, con particolare attenzione ai “servizi incrociati” fra le attività (per esempio negozio di abbigliamento convenzionati con sartorie o lavanderie del C.S., e viceversa) ed ai servizi da fruire in loco (parcheggi, trasporti, sharing economy);

– Incentivo ai “microprogetti di via”: supporto, anche economico, alle iniziative spontanee di aggregazione degli esercenti nelle vie e nei borghi, con meccanismi premiali di sostegno ai microprogetti di promozione e valorizzazione degli assi commerciali, nonché di arredo urbano.

2. AMPLIARE LE OCCASIONI DI VENDITA

Le contingenze e le restrizioni/disincentivi agli spostamenti ed alle occasioni di aggregazione possono essere parzialmente compensate dall’ampliamento e dalla diversificazione delle occasioni di vendita, per evitare congestioni e favorire una serena fruizione degli spazi:

– Implementazione di strategie di “Smart Shopping” legate alla mobilità sostenibile, fra cui servizi di consegna degli acquisti al domicilio dell’acquirente od a locker decentrato (“Shopping leggero”), incentivi chilometrici al bike to work spendibili nel commercio di prossimità;

Valorizzazione di sistemi di e-commerce, di prenotazione online, ed in generale degli strumenti che permettono strategie di dematerializzazione e di interazione a distanza, anche attraverso circuiti di consegna fra esercenti ed artigiani con funzione di abbattimento dei costi;

– Pianificazione sul medio periodo (Estate 2021) di una rimodulazione/diversificazione degli orari di apertura degli esercizi commerciali ed artigianali, nonché delle aperture straordinarie, attraverso meccanismi di “gentlemen’s agreements”.

3. PROMUOVERE NEL LOCALE

Nel breve-medio periodo, considerando le restrizioni agli spostamenti dai paesi esteri e la profonda riduzione delle presenze turistiche straniere, diventa dirimente puntare sui flussi di clientela proveniente dai territori limitrofi, in chiave extra-provinciale e zonale, e sul potenziamento della fruizione da parte dei cittadini sia dell’area urbana che del forese;

– Piano di comunicazione e promozione rivolto alle provincie ed ai territori limitrofi, in chiave zonale, extra-provinciale e regionale, in connessione con gli eventi organizzati, facendo anche leva, per quanto possibile, sulle campagne di tematizzazione già presentate nel progetto;

– Campagne di sensibilizzazione sul consumo interno dei cittadini, sui vantaggi del Centro Commerciale Naturale all’aperto.

4. VALORIZZARE LO SPAZIO COMUNE

Ripensare lo spazio pubblico del Centro Storico come parte integrante del sistema commerciale:

– Sostegno promozionale agli eventi diffusi, impiegando gli spazi pubblici come “palcoscenici naturali”;

– Creazione di progetti di fruizione degli spazi esterni, sia per quanto riguarda gli esercizi commerciali che i pubblici esercizi.

 

Per informazioni e contatti: info@spassoinravenna.it

 

 

Rispondi