#InRavenna Stories – Libreria Scattisparsi

E’ un posto unico la Libreria Scattisparsi, Via Sant’Agata 8 a Ravenna.
Ed è molto bello il racconto che il suo titolare ci ha regalato per #InRavenna Stories:

“Tutto risale a più di 30 anni fa.
Ho iniziato in giro per l’Italia a fare i mercati d’antiquariato, sono partito da Bologna, mia città natale, poi Modena, Ferrara, Firenze, Roma e Nord Italia.
Sempre in movimento, è stato un lavoro estremamente faticoso, montare e smontare lo stand, sperare in condizioni meteorologiche favorevoli e il più delle volte invece soffrire per il troppo caldo, il troppo freddo, la nebbia, la pioggia. Fisicamente è stato stressante e anche i libri così sballottati ne hanno sofferto, trasportati avanti e indietro con la paura che si rovinassero e danneggiassero.
Ho deciso di fermarmi, a Ravenna, 6 anni fa. Dai mercati all’aperto sono passato all’opposto, ho intrapreso la vendita online da casa, ma il rapporto diretto con la gente mi mancava così
circa un anno fa ho aperto questo negozio in via Sant’Agata, una vera e propria libreria.
Adesso mi sto allargando, ho preso anche il locale qui a fianco e conto di inaugurare entro pochi mesi. La struttura è pronta, è già arredato e i libri aspettano solo di catturare la curiosità dei visitatori e di essere sfogliati, sempre con molta cura, e comperati.

Ci lavoro da tanto tempo, ritengo ci voglia molto coraggio oggi per aprire un’attività e ce ne vuole ancora di più se, come me, si decide di vendere libri usati, un mercato ancora più difficile del libro nuovo che scala le classifiche.
In fondo alla via, ho il magazzino quindi possiamo dire che con i miei libri e i miei oggetti ho occupato tutta la strada.
Sicuramente la mia posizione non è in una zona di passaggio come possono esserlo altri negozi più centrali, ma non valuto questa cosa negativa. Anzi… evito il grande flusso di turisti che ogni giorno si riversano in massa nelle strade del centro ed entrano, magari attirati solo dalla vetrina, e senza un reale interesse, toccano tutto e non comprano niente.
Io sono defilato ma vicino a un parcheggio comodissimo e comunque nel centro della città e le persone che entrano nel mio negozio sanno dove sono, cercano e trovano quello che vogliono, alla ricerca del libro usato con una sua storia, della rarità, del pezzo originale e antico.
A volte mi meraviglio di quanto il posto sia conosciuto, arrivano turisti che mi hanno scovato sui social, che hanno conosciuto il posto nel web e il loro smartphone li porta direttamente qui.
Qualche giorno fa, una ragazza della Sardegna in visita ad un amico ravennate, si è fatta portare appositamente nel mio negozio da lui che non sapeva nemmeno dell’esistenza di questa attività in via Sant’Agata.
Questo mi da molta soddisfazione, è un lavoro che amo e anche se so che sicuramente non diventerò mai ricco, ogni giorno è una sfida a cercare di fare qualche cosa in più per continuare a migliorarsi.
Mi piace allestire e arredare gli spazi del mio negozio con oggetti usati e vintage, complementi d’arredo che vendo al pari dei libri usati e che oggi sono molto ricercati e di moda.

Un altro fiore all’occhiello della mia attività è la collezione e vendita di preziosissime e autentiche foto d’epoca, settore di nicchia rispetto a quello del libro o del mobile usato. Le foto d’epoca, gli album antichi di fotografie di famiglia, le vecchie stampe di un tempo hanno un mercato molto sviluppato all’estero e piano piano si stanno facendo conoscere anche qui in Italia.
Le foto d’epoca che tengo vanno dalla prima metà del 1800 fino al 1970. le prime foto, alcune delle quali perfettamente conservate, erano chiamate all’albumina perché per svilupparle si utilizzavano l’uovo e una carta sottilissima messa su cartoncino.
Poi verso la fine dell’800 i procedimenti si sono sempre più evoluti e siamo arrivati ai giorni nostri dove tutto è così immediato e freddo e non si percepisce più la cura e la passione che la fato di un tempo con quella particolare e lunga tecnica trasmetteva.
Arrivano album di famiglia da tutte le parti di Italia, per esempio dalla Sicilia mi portarono un album intero di foto di grande dimensione all’albumina dei primi dell’800.
I fotografi pionieri di allora, stranieri e italiani, giravano mezza Europa alla ricerca dello scatto più bello, dell’immagine più artistica e le particolarità di queste foto stanno anche nel retro delle stampa, perché moltissimi di loro personalizzavano le loro stampe imprimendo dietro o la firma o il loro marchio e così tracciavano l’unicità di quella foto e si facevano un po’ di pubblicità.
Sono foto meravigliosamente conservate in bellissimi e mastodontici album con copertine di pelle rigidissime e pesanti dove le foto venivano sapientemente ordinate con descrizioni e date. Poi questi album, realizzati da famiglie benestanti, venivano esposti su un leggio durante i ricevimenti importanti per mostrare agli ospiti le persone conosciute ritratte… una specie di instagram o di pagina facebook moderna.

Resta il fatto che tenere in mano questi libri è un piacere e un gusto infinito perché ci si immerge in un mondo lontano.”

#InRavenna, dove anche i negozi hanno una storia
#scattisparsi #viaggi #libri #vintage #meraviglie #cultura

 

 

IMG_1497   IMG_1495  IMG_1494  IMG_1492

IMG_1493  IMG_1486   IMG_1482

Rispondi