#InRavenna Stories – La Reverie

Le titolari della Reverie ci raccontano della  loro originalissima idea di ristorazione.

“Siamo amiche da molto prima della Rêverie, è proprio su un lettino in spiaggia al mare che è nato “qualcosa” che ancora non sapevamo come definire o come connotare.
L’unica cosa di cui eravamo certe è che avevamo bisogno, entrambe, di reinventarci, di trovare una nostra personale strada, di fare qualcosa per la prima volta in autonomia, qualcosa che ci rappresentasse.

Succhi, mousse, macedonie, misticanze, verdure tiepide, vellutate. Parole d’ordine: stagionalità e reperibilità a km0.

Non serviamo menù elaborati, ma piatti e portate che rappresentano il nostro modo di mangiare e di essere.
La Rêverie nasce così, nasce come la proposta di un luogo dove potersi fermare e assaporare piatti vegetariani, semplici e gustosi durante la pausa della giornata lavorativa.
Il locale apre alle 10 del mattino fino alle 18,30, orario continuato.
La nostra clientela è trasversale, dai bimbi in fase di svezzamento, per i quali sono perfette le nostre vellutate di verdura, agli studenti e ai lavoratori di ogni età, fino alle signore di oltre 70 anni. È stata una sorpresa bellissima scoprire di avere tanti clienti giovani, forse i primi ad aver capito che cosa fosse veramente La Rêverie.
Ognuno apprezza la nostra qualità e soprattutto sono concordi nel riconoscere che un pranzo vegetariano, curato e gustoso è un’ottima fonte di energia per affrontare il resto della giornata.

La risposta e il gradimento sono stati immediati, all’inizio le persone entravano spinte soprattutto dalla curiosità di capire che cosa fosse l’essenza di questo piccolo locale con questo inusuale nome.

Abbiamo voluto un ambiente accogliente dove il cliente potesse rilassarsi in un’atmosfera quasi casalinga. Noi nella preparazione del menù, che cambia tutti i giorni, mettiamo le attenzioni che avremmo a casa, in famiglia. Questo ci è riconosciuto. Lo sentiamo dell’affetto che molti clienti ci dimostrano e dalla frequenza con cui scelgono il nostro locale.
La Rêverie è come un salottino e durante i 20/30 minuti che ognuno dedica alla propria pausa si crea un’atmosfera veramente piacevole anche per noi che lavoriamo.
L’area verde difronte al locale contribuisce a creare questo piacevole contesto.
A Ravenna siamo state pioniere di queste forme di ristorazione che non sono né bar né ristorante, ma laboratori dove elaborare i prodotti e servirli.
I nostri sono piatti semplici, ma questo non significa che siano veloci da preparare
Poniamo molta attenzione nella variabilità del menù e nella scelta delle materie prime.

La Reverie è in una via defilata del centro e non siamo immediatamente visibili.
Contiamo sui lavori che devono partire per abbellire e riqualificare la zona. Nel primo anno di attività l’amministrazione comunale ci ha premiato come miglior start up e in quell’occasione abbiamo avanzato qualche richiesta affinché, questa strada deliziosa, l’unico scorcio di verde del centro, fosse rivalutata.
Inizialmente era poco curata e frequentata. Con il tempo, con la nostra energia e con qualche intervento del comune, siamo riuscite a rendere il posto sempre più accogliente.
Anche i clienti più restii alla dieta vegetariana dopo una prima prova ci raccontano di come nel pomeriggio siano sentiti bene. Infatti questa alimentazione non dà il picco glicemico, non si ha mai la sensazione di spossatezza, ma piuttosto un buon livello di energia.

Per i prodotti, ci affidiamo a un fornitore che quotidianamente va al mercato di Cesena per noi, inoltre possiamo contare su una serie di produttori a km0 che ci forniscono prodotti biologici e stagionali.
Tutto è fatto a mano rigorosamente. Serviamo anche da asporto, tutto quello che facciamo si può portare via e gustare comodamente a casa, anche i centrifugati e gli yogurt.”

“A volte i clienti ci incitano ad aprire altre sedi come La Rêverie, a Imola, a Cervia, a Roma!!
È entusiasmante e ci onora. Siamo del parere che per svolgere al meglio il nostro lavoro non possiamo sacrificare completamente la nostra sfera personale.
Abbiamo comunque registrato il marchio e siamo disponibili a cedere il nostro know how i il nome in eventuali collaborazioni future”.

 

10982905_554093678065208_6275365687936695922_o 11053304_554093478065228_2845606340372538886_o reverie_ingresso_ravenna-592x444 Reverie-21

Rispondi