#InRavenna Stories – Burger Bros

#InRavenna Stories oggi incontra Nicola, il titolare di Burger Bros
“Fin da piccolo ho sempre avuto un po’ lo spirito dell’oste, sono sempre stato quello che in casa stava in cucina, serviva i suoi amici e nonostante abbia fatto altri studi, liceo scientifico prima e storia medievale poi, ho anche lavorato nei locali come cuoco.
Viaggiando all’estero da buon italiano ho sempre trovato lavoro in ristoranti o locali, quello che poi mi è sempre piaciuto.
Ho sempre pensato e creduto che prima o poi avrei aperto qualcosa di mio e visto che a Ravenna mancava questa tipologia di locale, che invece all’estero va molto, ho deciso di seguire il trend e ho coinvolto il mio migliore amico, ed abbiamo aperto l’attività. Ora sta funzionando veramente bene, tanto che stiamo pensando di allargarci perché lo spazio è diventato troppo poco.
Io e il mio socio ci conosciamo sin dall’asilo nido, avevamo entrambi un anno, e un giorno ci scambiammo i giubbotti così i nostri genitori si dovettero conoscere. Abbiamo iniziato a litigare da quel momento in poi, in un rapporto di amore e odio.
Sapevo che nel caso avessi aperto un’attività sarebbe stato con lui, una persona splendida con la quale poter discutere senza paura di fraintendersi anche dal punto di vista economico. Avevo bisogno di un fratello e da qui nasce Burger Bros.
Lui al contrario di me non parla, è più timido, ma me piace condividere il mio rapporto con lui e talvolta pubblico sui social foto di noi due da piccoli, mi piace e funziona.

Non volendo creare un fast food come tanti, abbiamo scelto di concentrarci sulla qualità e sulla presentazione dei panini proponendo materie prime di qualità superiore alla norma.
Ad esempio usiamo solo della fassona piemontese di Selecta, uno dei più grandi fornitori d’Italia (sponsorizza Masterchef). Il nostro pane proviene da un forno qui vicino che lavora con la pasta madre. Cerchiamo di mantenere i prezzi bassi il più possibile nonostante l’utilizzo di prodotti di pregio.
Anche per questo motivo non facciamo servizio al tavolo e non facciamo pagare il coperto, come già accade al nord Italia e nel resto d’Europa già da molti anni. È un buon compromesso, perché abbiamo notato che la gente fa volentieri una rampa di scale in più per mangiare cose buone.
Considerando il mio giro di amici e coetanei pensavo che questo fosse il target del mio locale, invece nel tempo ho notato che questo va dai ragazzi delle scuole superiori nell’ora di pranzo, al pensionato che viene a cena con la moglie.
Molti clienti ritornano complimentandosi per la qualità e la digeribilità della carne.
Diamo inoltre la possibilità di creare il proprio panino scegliendo gli ingredienti con cui comporlo. Questa idea piace un sacco ai bambini, mentre i più grandi sono quasi spiazzati da tutto questa libertà di scelta e si rifugiano nei classici.
Abbiamo anche una buona selezione di birre artigianali, ma non troppi vini, di cui non ho le competenze necessarie e avrei rischiato di fare una scelta sbagliata. Preferisco quindi lasciar lavorare gli altri locali che si intendono di vini.
Cerchiamo di rispettare la stagionalità dei prodotti offrendo nei vari periodi dell’anno una scelta di panini diversi. In autunno c’è la zucca e le sfiandrine, in estate la peperonata e le melanzane, etc.
Questa estate siamo stati chiusi per tre settimane, un periodo di riposo per noi e i nostri dipendenti, e in accordo con la stagione molto calda che non invita al consumo di panini o hamburger in pieno centro. Ma non siamo riusciti a stare fermi e abbiamo organizzato due serate allo Starwake Cable Park, un lago a Porto Fuori, dove praticano il questo sport, Wakeboard, su una tavola trainata da una fune legata a un motoscafo. Qui abbiamo allestito una sorta di picnic a bordo lago con candeline, teli e dj-set, e visto che le due serate hanno riscosso successo lo riproporremo senz’altro il prossimo anno.
L’hamburger si sposa bene con questo genere di sport.

Facciamo anche servizio a domicilio, solo per la sera, perché abbiamo notato che chi lavora in centro molto spesso preferisce sfruttare la pausa pranzo per fare due passi e venire qui direttamente.
Per ora abbiamo solo un motorino , il desiderio è di ampliarsi e allargare il giro delle consegne con più mezzi, che ci permetterebbe di inserirci nel circuito Just Eat, una app molto utilizzata dai ragazzi: saremmo la prima hamburgheria a Ravenna.

Insomma ci stiamo guardando attorno, abbiamo tanti progetti, stiamo funzionando bene e vogliamo cavalcare l’onda!”.

Pagina FB BurgerBrosRavenna

Sito Web www.theburgerbros.it

 

 

logo b.bros burger bros owners 36682622_2022545667994664_3932685507502276608_n 36583114_2019734318275799_27874410765484032_n 42120730_2083632515219312_588022263098376192_o

Rispondi